Sana alimentazione nei bimbi

Sana alimentazione nei bimbi

Il problema dell’obesità infantile va combattuto soprattutto a tavola, con una dieta variata, ricca di frutta, verdura, buona volontà e fantasia

L’obesità infantile è una realtà con cui pediatri e genitori si trovano a combattere sempre più spesso, si pensi che in Italia un bambino su tre è in sovrappeso.

La vita frenetica, le mode e gli spot pubblicitari che ci tempestano ogni giorno ci portano a frequentare i fast-food oppure a nutrire i nostri figli con cibi precotti e merendine. Ad aggravare la situazione i ragazzi oggi preferiscono stare davanti alla tv, giocare con videogiochi e smartphone piuttosto che trascorrere il loro tempo libero all’aria aperta, e tutto ciò porta inevitabilmente ad un accumulo di calorie.

È da poco iniziato l’anno nuovo e quale occasione migliore per darci dei buoni propositi e offrire ai nostri figli un’alimentazione più sana, una dieta equilibrata che li aiuterà a diventare degli adulti sani e in forma?

Ecco alcuni semplici accorgimenti che ci aiuteranno a raggiungere il nostro scopo:

  • far iniziare la giornata del bambino con una buona colazione per assicurargli l’energia giusta ad affrontare gli impegni scolastici, il gioco e lo sport
  • suddividere la sua alimentazione in 5 pasti: colazione, pranzo, cena, più una merenda a metà mattina e una merenda a metà pomeriggio
  • far mangiare al bambino 5 porzioni di frutta e verdura di stagione al giorno
  • consumare i pasti preferibilmente a casa evitando cibi pronti o precotti
  • variare ogni giorno i piatti che portiamo in tavola
  • limitare dolci, bevande zuccherate, fritti, sale e salse
  • sostituire le merendine confezionate con frutta, yogurt e latticini o una fetta di pane e marmellata
  • incoraggiare i bambini a giocare all’aperto riducendo il tempo che passano davanti a tv e videogiochi a non più di un’ora consecutiva
  • coinvolgere i piccoli nella preparazione dei pasti. Questo li renderà più curiosi e attenti verso un’alimentazione più sana

L’importanza della colazione

Se parliamo di colazione dobbiamo tenere a mente che questa deve fornire al bambino circa il 20% dell’energia necessaria ad affrontare la giornata. Deve contenere proteine e carboidrati quindi al mattino non dovrebbero mai mancare latte o yogurt o formaggi oltre a pane e cereali. Si può aggiungere un po’ di frutta oppure destinarla alla merenda di metà mattina.

Una buona colazione ad esempio può essere composta da uno yogurt (alla frutta o naturale), un frutto e due biscotti secchi oppure, una tazza di latte o uno yogurt accompagnati da 40 gr di cereali o quattro biscotti secchi/integrali o una fetta di pane e miele o una fettina di torta casalinga alla frutta (non più di uno o due volte alla settimana).

La merenda

Per le merende di metà mattina e metà pomeriggio, ecco alcune ottime alternative alle merendine ricche di zuccheri, grassi e conservanti:

  • una fetta di pane con un cucchiaino di marmellata, oppure olio extravergine d’oliva (5 gr)
  • un bicchiere di spremuta d’arancia
  • un frutto o una macedonia di frutta fresca
  • mezzo bicchiere di spremuta d’arancia più mezzo muffin al cioccolato o una fettina piccola (20 gr.) di torta casalinga allo yogurt o alla frutta
  • un bicchiere di latte o uno yogurt

Alcuni suggerimenti pratici

Si sa con i bambini non è facile, quindi alle volte bisogna ricorrere a qualche astuzia, come ad esempio dare personalmente il buon esempio e mangiare per primi ad ogni pasto frutta e verdura.

Proponiamo al bambino frutta già tagliata o facile da mangiare come banane, clementine, fragole, ciliegie, albicocche.

Incoraggiamo i nostri figli a mangiare cibi nuovi spiegando loro in modo semplice le proprietà degli alimenti: le carote allungano la vista, mangia questa verdura… ti farà diventare grande e forte, ecc..

Mettiamo un po’ di fantasia in cucina, inventando ricette nuove dove “nascondere le verdure”, come delle golose frittelline di verdure, un gustoso purè di patate e broccoli, e una sfiziosa frittata con i piselli.

Per facilitarvi il compito ve ne suggeriamo alcune veramente semplici e veloci:

Strudel di verdure

Far soffriggere della cipolla o dello scalogno, aggiungere una melanzana piccola, due zucchine, due carote, un pomodoro e una patata che avremo precedentemente tagliato a cubetti, salare e fare cuocere fino a che le verdure saranno a metà cottura.

Nel frattempo stendere un rotolo di pasta sfoglia o brisé che si trova nei banchi frigo del supermercato, aggiungere le verdure cotte, del parmigiano grattugiato, del formaggio morbido tipo casera, fontina o mozzarella a cubetti, chiudere lo strudel avendo cura di fermare bene i bordi, spennellare con latte o rosso d’uovo sbattuto e cuocere in forno statico per 35 minuti a 200 gr.

Torta salata con erbette e stracchino

Fare cuocere le erbette in acqua leggermente salata, se siamo di corsa possiamo usare quelle congelate. Strizzare, passare nel mixer o tritare a coltello, trasferire in una ciotola, unire stracchino a pezzetti, l’uovo sbattuto insieme a del formaggio grattugiato, un pizzico di sale, pepe e noce moscata.

Stendere la pasta in una tortiera lasciandola nella sua carta da forno, riempire con il composto che preparato precedentemente, lisciare la superficie, ripiegare i bordi all’interno e far cuocere in forno mezz’ora a 200 gr.

Lasagne al pesto simpatico

Far cuocere degli spinaci in acqua leggermente salata, tritate al mixer, trasferire in una ciotola, aggiungere della ricotta, insaporire con noce moscata, sale e pepe.

In una teglia comporre la lasagna alternando strati di pasta con il composto ottenuto, e in ultimo una spolverata di formaggio grattugiato. Infornare fino a quando si sarà formata una crosticina leggermente dorata.

Per risparmiare tempo possiamo usare le lasagne fresche o secche da passare direttamente in forno.

Frittata di zucchine:

Tagliare le zucchine a rondelle o cubetti, passarle in padella con poco olio e cipolla. Sbattere le uova con un pizzico di sale, unire le zucchine cotte, mescolare, versare in una padella antiaderente e cuocere fino a quando avremo ottenuto la consistenza desiderata rivoltandola con l’aiuto di un piatto o di un coperchio.

Fonte:
https://piccolipiuinforma.it/

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

cinque × 1 =