Omega-3 per prevenire l’asma infantile

Omega-3 per prevenire l’asma infantile
Tempo di lettura: 2 minuti

Le donne incinte che consumano pesce piuttosto che gli integratori di olio di pesce hanno la stessa probabilità di proteggere la loro prole dallo sviluppo di asma.

I ricercatori dell’Università del sud della Florida a Tampa, in Florida, hanno appena pubblicato una revisione scientifica di due studi che concludono che le madri che consumano quotidianamente acidi grassi omega-3 ad alte dosi durante il terzo trimestre hanno meno probabilità che il proprio figlio sviluppi l’asma.

I co-autori Richard Lockey e Chen Hsing Lin suggeriscono che le donne incinte ricevano lo stesso beneficio consumando 2-3 porzioni di pesce a basso contenuto di mercurio alla settimana.

La recensione pubblicata sul Journal of Allergy and Clinical Immunology ha esaminato due articoli:

  • Lo studio del New England Journal of Medicine ha incluso 346 donne incinte che nel loro terzo trimestre assumevano quotidianamente acidi grassi omega-3 e 349 che hanno assunto un placebo. GI ricercatori hanno anche diviso le madri in tre gruppi sulla base dei loro livelli ematici di acidi grassi omega-3. Le donne con i livelli ematici più bassi hanno tratto il massimo vantaggio dall’assunzione di olio di pesce.
  • Il Journal of Allergy and Clinical Immunology ha diviso le donne incinte durante il loro terzo trimestre, in gruppi di olio di pesce, placebo e “nessun olio”. Il gruppo di olio di pesce prendeva giornalmente acidi grassi omega-3 come faceva il gruppo placebo (olio d’oliva). Il gruppo “no oil” è stato informato della proposta di sperimentazione e quindi potrebbe aver consumato olio di pesce o pesce durante il 3 ° trimestre. I ricercatori hanno scoperto che l’olio di pesce e i gruppi “senza olio” hanno assunto meno farmaci per l’asma a partire dai 24 anni d’età, ipotizzando che entrambi i gruppi sviluppassero meno asma.

Gli acidi grassi Omega-3 non possono essere sintetizzati dall’uomo e quindi sono nutrienti essenziali derivati ​​esclusivamente da fonti marine“, ha detto Lin.

Conclusione

“Consumare 2-3 porzioni di pesce alla settimana non solo può raggiungere la stessa protezione per l’asma che assumere olio di pesce, ma rafforza i benefici nutrizionali per la crescita e lo sviluppo del bambino”, ha detto Lockey

Fonti:
http://linkinghub.elsevier.com/retrieve/pii/S2213219817307067

Lascia un commento

uno × 3 =