Il latte nella dieta dei bambini

Il latte nella dieta dei bambini
Tempo di lettura: 2 minuti

Ricco di vitamine, proteine e calcio, il latte e i latticini sono un vero toccasana per grandi e piccoli.

Latte: fondamentale per la crescita

Ricco di proteine, vitamine – soprattutto A,D,E,K,B – il latte e i suoi derivati sono fondamentali per la crescita dei bambini.

Il calcio
Il latte è ricco di calcio, molto importante per la salute di denti e ossa e di supporto nelle funzioni nervo-muscolari, aiuta infatti i nervi a trasmettere gli impulsi ai muscoli.

Il calcio presente nel latte, infatti, viene immagazzinato per formare una riserva utile per tutta la vita. È per questo che durante l’infanzia i bambini dovrebbero bere ogni giorno circa mezzo litro di latte.

Dosi raccomandate

Dopo il compimento del primo anno di età, i bambini possono assumere quotidianamente del latte. La dose raccomandata è di 200-400 ml di latte vaccino al giorno.

“Affinché il latte sia microbiologicamente sicuro, è importante che sia pastorizzato o bollito prima dell’uso”.

Il latte scremato o parzialmente scremato non è raccomandato per i bambini sotto i due anni, perché ha un contenuto di energia e vitamine significativamente inferiore rispetto al latte intero.

Latti fermentati

I latti fermentati, come yogurt e formaggio, sono simili al latte fresco dal punto di vista nutrizionale: ricchi di calcio, proteine e fosforo. Ottima fonte di nutrienti da introdurre in piccole quantità dall’età di sei–nove mesi.

Come fare se il piccolo è intollerante al latte?

Alcuni bambini, tuttavia, sono intolleranti al latte, in particolare al lattosio in esso contenuto, e fanno fatica a digerirlo.

“L’intolleranza si può scatenare a qualsiasi età a causa dell’incapacità dell’organismo di digerire e metabolizzare il latte, poiché manca l’enzima predisposto alla sua digestione, la lattasi”.

Ci sono diverse e valide alternative a questo problema come i latticini o i formaggi acidificati, il latte privo di lattosio e i probiotici.

Formaggi acidificati

Per latticini e formaggi acidificati si intende quelli prodotti attraverso il processo di coagulazione acida. Un esempio di prodotti caseari che utilizzano questo metodo sono quelli a pasta fresca e molle, dal sapore un po’ acido e che devono essere consumati nel giro di pochi giorni, come i fiocchi di latte.

Latte privo di lattosio

Il latte senza lattosio è frutto di un processo di lavorazione per il quale il lattosio viene scisso in glucosio e galattosio. Al gusto risulta più dolce, ma i valori nutrizionali del latte privo di lattosio sono identici a quelli del latte intero per quanto riguarda il contenuto di calcio e proteine. L’unica differenza è che il latte delattosato è molto più leggero e ad alta digeribilità.

In caso di allergia alle proteine del latte è opportuno chiedere il consiglio di un nutrizionista, in modo da garantire al piccolo un sufficiente apporto delle sostanze nutritive più importanti.

Probiotici

I probiotici sono degli organismi vivi, dei fermenti lattici vivi che tra le principali funzioni hanno quella di mantenere l’organismo di grandi e piccoli in uno stato di salute ed equilibrio. Molteplici gli effetti positivi riscontrati a seguito dell’integrazione dei probiotici:

  • aumento delle difese immunitarie dell’organismo
  • migliore digestione e assorbimento di microelementi importanti per lo sviluppo
  • migliore prevenzione di infezioni alle vie respiratorie
  • prevenzione delle infezioni gastrointestinali

Un ruolo importante è svolto dalla presenza di vitamine del gruppo B, ottime per il metabolismo energetico, e dallo Zinco, per il funzionamento del sistema immunitario.

Per approfondimenti leggi qui » “Gli alimenti probiotici: validi alleati per la salute” 

Fonte:

Milk for toddlers

Milk and dairy products

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

20 − uno =