Il latte materno aiuta lo sviluppo cognitivo dei bambini

0
14 views
Il latte materno aiuta lo sviluppo cognitivo dei bambini

Il latte materno è l’alimento migliore e più completo per il neonato perché  gli assicura, nelle giuste proporzioni, tutti gli elementi nutritivi di cui ha bisogno per la crescita e per lo sviluppo neurologico.

Studi clinici hanno rivelato infatti che l’oligosaccaride 2’FL, un carboidrato presente nel latte materno, influenza positivamente lo sviluppo neurologico e hanno dimostrato la sua importanza per lo sviluppo cognitivo del bambino.

Lo studio

Lo studio fatto sull’uomo dagli scienziati dell’Ospedale pediatrico di Los Angeles in collaborazione con l’Università della California, che ha preso in esame 50 madri e i loro bambini, ha analizzato la composizione del latte materno e la frequenza di allattamento a 1 e 6 mesi di età.

Dopo 24 mesi gli scienziati hanno misurato lo sviluppo cognitivo dei piccoli ed hanno riscontrato che la quantità di 2’FL presente nel latte materno nel primo mese di allattamento era correlata ad un maggiore sviluppo cognitivo. La quantità di 2’FL nel latte materno a 6 mesi non era invece correlata allo sviluppo cognitivo.

L’efficacia di questa componente sullo sviluppo cognitivo nei primi 2 mesi di vita fa pensare che il suo effetto positivo duri anche più a lungo e che aiuti anche le fasi successive dello sviluppo del bambino anche oltre l’età scolare.

I risultati di questi studi aiutano ad identificare i fattori critici per lo sviluppo neurologico precoce del bambino, e suggeriscono di integrare l’alimentazione del bambino nel caso in cui il latte materno abbia delle carenze.

Nel caso in cui la mamma non abbia la possibilità di allattare suo figlio al seno, o possa farlo solo per periodi limitati, il 2’FL potrebbe rappresentare un ottimo integratore per l’alimentazione del bambino a sostegno del suo sviluppo cognitivo.


Fonti:

https://www.chla.org/research/component-human-breast-milk-enhances-cognitive-development-babies

https://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0228323