Alimentazione in gravidanza: mangiare pesce nelle giuste quantità

0
342 views
Alimentazione in gravidanza : mangiare pesce nelle giuste quantità

Un nuovo studio ha evidenziato come il pesce sia un’importante fonte di nutrienti ma il suo consumo andrebbe limitato a massimo 3 porzioni a settimana. Scopriamo perchè!

Il pesce è una delle principali fonti di omega-3, acidi grassi essenziali molto importanti per il feto in via di sviluppo. Tuttavia, alcuni tipi, come il pesce spada,il tonno e lo sgombro, possono contenere alti livelli di mercurio, che può causare danni neurologici permanenti.

Lo studio: l’importanza di assumere la giusta quantità di omega 3

I ricercatori, guidati dalla dott.ssa Leda Chatzi, professoressa associata di medicina preventiva presso la Keck School of Medicine della USC, hanno esaminato 805 coppie madre- figlio di cinque diversi paesi europei.

Durante la gravidanza, le donne hanno segnalato il consumo settimanale di pesce e sono state sottoposte a test per valutare l’esposizione al mercurio. I loro figli, dai 6 ai 12 anni, sono stati sottoposti ad un esame clinico con varie misurazioni tra cui la circonferenza della vita, la pressione sanguigna, il colesterolo lipoproteico ad alta densità, i livelli di trigliceridi e i livelli di insulina. Queste misure sono state combinate per calcolare un punteggio per valutare la sindrome metabolica.

Mangiare  pesce apporta maggiori benefici

I bambini delle donne che hanno mangiato pesce da una a tre volte alla settimana avevano punteggi relativi alla sindrome metabolica più bassi, quindi migliori, rispetto ai bambini delle donne che hanno consumato pesce meno di una volta alla settimana. Ma il beneficio è diminuito per le donne che hanno mangiato pesce più di tre volte a settimana.

I pesci possono essere una via comune di esposizione a determinati inquinanti chimici che possono esercitare effetti avversi”, ha affermato Nikos Stratakis,uno degli autori dello studio. “È possibile che quando le donne mangiano pesce più di tre volte alla settimana, tale esposizione a sostanze inquinanti possa controbilanciare gli effetti benefici del consumo di pesce.”

Legame mercurio e sindrome metabolica

Lo studio ha scoperto che una maggiore concentrazione di mercurio nel sangue della mamma era associata a un punteggio di sindrome metabolica più elevato nel suo bambino. Ecco perchè è importante assumere pesce in gravidanza ma non bisogna eccedere.

I benefici dell’assunzione del pesce in gravidanza

Lo studio ha anche esaminato il modo in cui il consumo di pesce da parte della madre ha influenzato i livelli di due biomarcatori correlati all’infiammazione (citochine e adipochine), che contribuiscono alla sindrome metabolica. Rispetto alla scarsa assunzione di pesce, il consumo moderato e elevato di pesce durante la gravidanza è stato associato a livelli ridotti di citochine proinfiammatorie e adipochine nei bambini.

Questo è il primo studio sull’uomo a dimostrare che la riduzione di questi biomarcatori dell’infiammazione potrebbe essere il meccanismo sottostante che spiega perché il consumo di pesce materno sia associato a una migliore salute metabolica del bambino.


Fonti:
https://keck.usc.edu/health-benefits-for-kids-outweigh-risks-of-eating-fish-during-pregnancy/
https://jamanetwork.com/journals/jamanetworkopen/fullarticle/2762789