Alimentazione estiva: cosa mangiare e cosa evitare al mare?

0
921 views
Alimentazione estiva: cosa mangiare e cosa evitare al mare?

Una breve e semplice guida sugli alimenti e sulle bevande che è bene consumare d’estate e su quelle che è preferibile evitare.

Cosa è meglio mangiare e bere sotto l’ombrellone?

  1. Acqua: non può assolutamente mancare l’acqua. Bisogna portarne tanta, soprattutto se avete deciso di passare molte ore in spiaggia e se la giornata si presenta calda e umida. L’acqua disseta anche più se in una bottiglia da un litro e mezzo si aggiunge il succo di metà limone poiché i sali minerali reintegrano quelli persi con il sudore.
  2. Frutta: come spuntino o a fine pasto. L’estate ce ne offre tantissima: pesche, albicocche, melone, anguria, prugne, susine, pere, fichi, fichi d’india e uva. Ricca di acqua, vitamine, minerali, fibra e fitonutrienti non ha controindicazioni e se ben lavata può essere sempre portata con sé.
  3. Riso: un ottimo pranzo può essere la classica insalata di riso. Il riso è ricco di amido, un tipo di carboidrato molto digeribile. Usate il riso parboiled che non scuoce e mantiene i chicchi ben separati. Questo vi eviterà di condire molto con l’olio. Con fantasia potrete preparare ottime insalate di riso sfiziose e sempre diverse!
  4. Verdure: non è molto comodo portarsi da casa verdure cotte o insalate, ma delle valide alternative possono essere gli ortaggi come cetrioli o angurie. Sono ricchi di acqua e di potassio con pochissime calorie. Ottimi come spuntino o da mangiare durante il pranzo.
  5. Succhi di frutta: possono diventare un buon spuntino in giornate particolari come quelle trascorse al mare. Non vanno però intesi come sostituti delle frutta, unica col suo contenuto in fibra e il suo alto potere saziante, o sostituti dell’acqua perché, pur contenendo vitamine, sono ricchi di zuccheri che rendono queste bevande poco dissetanti ma iperglicemizzanti. Attenzione a scegliere quelli senza zuccheri aggiunti!

 

Cosa è meglio evitare?

  1. Bevande zuccherate: come l’aranciata o la bibita a base di cola. Al contrario di ciò che si crede sono poco dissetanti per la loro alta concentrazione di zucchero. Inoltre la caffeina contenuta nelle bibite gusto cola, oltre a non essere indicata per i bambini, può provocare disidratazione, pericolosa per chi vuole passare una giornata in spiaggia sotto il sole.
  2. : meglio evitare quelli confezionati, troppo ricchi di zucchero e, quindi, di calorie. Il the è però un’ottima bevanda che con i suoi flavonoidi ci protegge dai danni dei radicali liberi, una valida alternativa è quindi quella di prepararlo voi addolcendolo con poco zucchero e tanto succo di limone. C’è anche il the verde, ricchissimo di antiossidanti e con un gusto così delicato che non ha bisogno di essere zuccherato.
  3. Primi piatti elaborati a pranzo: se avete deciso di pranzare in spiaggia potete mangiare con gusto senza appesantirvi troppo. Evitate di preparare piatti elaborati come pasta al forno o timballi. Spesso sono ricchi di grassi che rallentano la digestione e creano quella sensazione di pesantezza. Preferite un panino con pane fresco, non condito, con tante verdure (pomodori, insalata, verdure grigliate) e qualche fetta di prosciutto o mozzarella.
  4. Secondi piatti pesanti: evitate carne impanata fritta come possono essere quelle confezionate in commercio. Sono troppo ricchi in grassi. Anche le frittate sono sconsigliate in spiaggia. Pur essendo comode da portare fuori casa, le uova richiedono una lunga digestione.