Siamo sicuri che lo sport in gravidanza faccia bene?

Siamo sicuri che lo sport in gravidanza faccia bene?
Tempo di lettura: 2 minuti

Sfatiamo un mito: fare sport in gravidanza si può e fa anche molto bene! Durante la gravidanza non c’è nulla di più bello e positivo che prendersi cura di se stessi, e di riflesso, della creatura che si porta in grembo. Uno stile di vita tranquillo, un’alimentazione controllata e una moderata attività fisica aiutano a migliorare il benessere psicofisico sia della madre che del nascituro.

Lo dicono all’unisono le autorità mediche in tutto il mondo, incluso l’Istituto Superiore di Sanità, che fare sport in gravidanza migliora il benessere psicofisico. Il movimento è la chiave per una gravidanza felice. Uno studio della Mayo Clinic individua nell’essere costante nello sport la ragione per rilassarsi in gravidanza, preparando al meglio il corpo. La Jefferson University aggiunge che l’esercizio fisico aiuta ad evitare il parto cesareo e prevenire parti prematuri.

La chiave è di ascoltare il proprio corpo… e gli esperti

Che si tratti di uno degli sport maggiormente raccomandati o quello che appassiona da anni, bisogna sempre tenere in mente il principio chiave: il corpo si sta modificando, quindi è importante essere sempre vigili dei cambiamenti.

Prima di eseguire qualsiasi sport il ginecologo deve effettuare la cervicometria, cioè l’ecografia transvaginale per misurare il collo dell’utero. Questa permette di escludere la possibile minaccia di parto prematuro e di fare una valutazione specialistica altamente idonea a ogni gravidanza su come e quanto sport fare.

Il ritmo di allenamento cambia con il tempo, e può cambiare anche da giorno a giorno. Sforzarsi non va mai bene, visto che l’organismo ha bisogno di trovare un suo equilibrio.

Bisogna sempre tenere in costante monitoraggio i quattro principali cambiamenti, e adattarsi armoniosamente a loro:

  • il peso;
  • la pressione;
  • la stanchezza;
  • la postura.

L’importanza di un personal trainer

Il vantaggio di affidarsi solo ad allenatori e personal trainer esperti di sport in gravidanza è visibile fin dalla prima sessione: sanno esattamente cosa suggerire per evitare esercizi di alta intensità, nonché conoscono l’importanza di controllare la temperatura corporea, la frequenza cardiaca e le posizioni da evitare.

Alimentazione

Ad un’attività fisica giusta e mirata si deve bilanciare una altrettanto mirata alimentazione: l’acqua è fondamentale, così come la frutta, fresca o secca, le fibre, i cereali. Avere il giusto apporto energetico per l’attività fisica assieme al timing di consumo è fondamentale per non incombere in stanchezza anticipata.

Vi segnaliamo che è online un ebook digitale gratuito sullo sport in gravidanza, accompagnato in ogni tematica da consigli e opinioni di esperti quali ginecologi, fitness trainer, specialisti della nutrizione e medicina alternativa, psicologi ed esperti di sport in gravidanza; non mancano inoltre esercizi mirati per ogni singolo trimestre e nel puerperio, per tornare in forma più velocemente. Una risorsa efficace da seguire durante i nove mesi, così come dopo la nascita.

Per saperne di più leggi: “Lo sport in gravidanzaL’attività fisica come fattore trainante del benessere di mamma e bambino

Fonti:
https://www.bonprix.it/categoria/stories-sport-in-gravidanza/
http://www.epicentro.iss.it/attivita_fisica/pdf/3%20-%20GALEONE.pdf
https://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/pregnancy-week-by-week/in-depth/prenatal-yoga/art-20047193
https://hospitals.jefferson.edu/news/2016/07/the-benefits-of-exercise-during-pregnancy.html

Lascia un commento

diciassette − 9 =