Lombalgia e gravidanza: come l’osteopatia può intervenire sul dolore

0
358 views
Meteorismo in gravidanza: cause e consigli utili

Durante i nove mesi, il corpo della futura mamma si prepara gradualmente ad accogliere lo sviluppo del bambino. Queste continue trasformazioni fisiche a cui è sottoposta la gestante implicano adattamenti posturali che generano tensione e stress in diverse zone del rachide, in particolare nel tratto lombare.

Il conseguente dolore lombare (lombalgia) può insorgere in qualsiasi fase della gravidanza anche se, nella maggior parte dei casi, si manifesta con il progressivo aumento della pancia, quindi dal quinto mese in avanti.

La sintomatologia che ne consegue può variare per intensità, localizzazione e durata.

Come si presenta il dolore lombare

La lombalgia si presenta tipicamente con dolore nella parte bassa della schiena, concentrato nella zona sotto le coste fino a sopra i glutei. La sintomatologia può rimanere localizzata in questa zona, oppure coinvolgere la natica, la coscia, la gamba (con dolore che si irradia talvolta fino al piede) di uno o di entrambi gli arti inferiori.

Il dolore si può manifestare in forma lieve oppure in modo severo e può mostrarsi solo durante alcune attività oppure essere sempre presente, diventando quindi invalidante. Anche la durata della lombalgia è variabile: può perdurare per un lasso di tempo breve (acuta) o per diversi mesi (cronica).

Le cause del mal di schiena

Sono diverse le cause e/o concause che possono provocare l’insorgenza della lombalgia.

In alcuni casi, il mal di schiena può essere causato da alterazioni fisiche preesistenti la gravidanza, come ad esempio alterazioni posturali, lombalgia pregressa, discopatie, protrusioni, ernie e così via.

Ad ogni modo, le modifiche posturali che il corpo della donna attua per accogliere e favorire la crescita del bambino nell’addome inducono cambiamenti posturali e nella mobilità delle articolazioni della futura mamma che potrebbero causare la lombalgia. Tra le strutture maggiormente coinvolte in questi cambiamenti vi sono infatti il tratto lombare e il bacino.

Esistono inoltre fattori – come mantenere la stessa posizione a lungo, stare tanto tempo in piedi o seduto, compiere movimenti ripetitivi o sollevare pesi – che possono aumentare la frequenza e/o l’intensità del dolore lombare.

Lombalgia e osteopatia

Nei nove mesi di gravidanza, tutti i cambiamenti posturali che il corpo della mamma attua sono in funzione della crescita del bambino nell’addome e in previsione del parto.

Tuttavia, lo sviluppo dell’utero materno e il conseguente aumento della pressione addominale, la tensione dei muscoli, i cambiamenti posturali e l’aumento delle curve fisiologiche (con particolare aumento di lavoro a carico del tratto lombare e dorsale), se non avvengono in maniera corretta, possono concorrere a causare mal di schiena

È infatti importante che le trasformazioni del corpo della donna si verifichino senza restrizioni e senza generare alterazioni di mobilità in altre strutture ad esse correlate.

Nel caso in oggetto, il ruolo dell’osteopata è permettere che tutti i cambiamenti a cui è soggetto il fisico della gestante avvengano nel migliore dei modi, senza sovraccaricare alcune zone rispetto ad altre.

Lo specialista, quindi, andrà a valutare le relazioni anatomiche e funzionali tra le varie strutture coinvolte nella generazione e mantenimento della condizione dolorosa.

Una volta individuate le strutture che risultano sovraccaricate, attraverso tecniche manuali delicate, l’osteopata attuerà tutte le correzioni necessarie a ristabilire la corretta mobilità delle strutture muscolo-scheletriche. Questo consentirà alla futura mamma di eseguire tutti gli adattamenti necessari affinché viva i nove mesi nel migliore dei modi e il corpo arrivi preparato al momento del parto, senza restrizioni di movimento né da un punto di vista articolare né muscolare. 

Federica Testoni
Federica Testoni
Osteopata
Libera professionista a Milano, assistente e docente presso Icom College nella sede di Milano e Torino. Iscritta alla Federazione Sindacale Italiana Osteopati (Fe.S.I.Os.).
Specializzata nel trattamento della donna in ambito ginecologico, nella gestione delle cefalee e del dolore in fase acuta. www.osteopatafedericatestoni.it