Il clampaggio del cordone ombelicale subito dopo la nascita è dannoso per la salute di un bambino

0
2.137 views
feto alla ventesima settimana

L’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia di ritardare il clampaggio (legatura e taglio del cordone ombelicale ) per due o tre minuti dopo la nascita del bambino ma in quasi un terzo dei casi, questo non sembra accadere.

In un sondaggio di 3.500 genitori i cui figli sono nati nel Regno Unito tra il 2015 e il 2017, il 31% ha affermato che il cordone del loro bambino è stato clampato entro un minuto dopo la nascita, uno su cinque ha detto che  è stato tagliato subito dopo la nascita.

Cordone ombelicale: supporto vitale

Il cordone ombelicale collega il feto alla placenta e serve a nutrire il bambino quando si trova nella pancia della madre. Il cordone contiene tre vasi sanguigni: una vena e due arterie. La vena porta sangue ossigenato e ricco di nutrienti dalla placenta al feto, mentre le due arterie trasportano il sangue non ossigenato dal feto alla placenta.

L’apporto di sangue di un bambino è indipendente da quello di sua madre e rimane all’interno di questo circuito chiuso durante la gravidanza e il parto. Mentre il bambino sta nascendo, gran parte del suo sangue viene reimmesso nella placenta. Ma quando il bambino nasce, il cordone ombelicale – se lasciato pulsare – restituisce tutto questo sangue al legittimo proprietario in pochi minuti.

Il cordone continua ad agire come unica fonte di ossigeno del bambino fino a quando inizia a respirare, prima che la placenta si distacchi. Quindi, anche quando un bambino ha bisogno di aiuto per respirare, il cordone dovrebbe idealmente rimanere intatto mentre il bambino viene rianimato. Se il cordone ombelicale viene tagliato troppo presto, il bambino può essere privato di ossigeno, del 20-30% del suo volume di sangue e del 50% del volume di globuli rossi.

Questa carenza di sangue lascerà il 30% dei bambini con anemia da carenza di ferro.

Una revisione di 27 studi condotti su bambini di età compresa tra 6 e 24 mesi ha rilevato che i bambini con anemia da carenza di ferro hanno un funzionamento cerebrale, fisico, sociale ed emotivo significativamente più scarso. La carenza di ferro è stata anche collegata a infezioni ricorrenti, autismo e difficoltà di apprendimento.

Alcuni minuti fanno una grande differenza

Oltre a ridurre il rischio di anemia da carenza di ferro, ritardare il clampaggio di pochi minuti ha una serie di altri benefici per la salute, tra cui un rischio ridotto nel corso della vita di sviluppare:

  • Patologie polmonari croniche come l’asma
  • Diabete
  • Epilessia
  • Paralisi cerebrale
  • Morbo di Parkinson
  • Infezione e crescite anormali dei tessuti

In definitiva, il serraggio immediato del cordone interrompe il naturale processo di nascita e può causare danni ad alcuni bambini privandoli del sangue e delle cellule staminali essenziali. La strada da percorrere è dunque quella di attendere fino a quando il cordone ombelicale non si sia svuotato dal sangue prima di bloccarlo.

Fonti:
http://apps.who.int/iris/bitstream/handle/10665/148793/?sequence=1
https://www.nice.org.uk/guidance/qs105/chapter/Quality-statement-6-Delayed-cord-clamping
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26191414
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5334141/
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3835342/
https://onlinelibrary.wiley.com/doi/pdf/10.1111/j.1753-4887.2006.tb00243.x