I laboratori di Bruno Munari

0
1.473 views
I laboratori di Bruno Munari

I laboratori Munari si fondano sull’idea che il bambino ha la necessità di essere stimolato – non guidato -, attraverso semplici strumenti messi a sua disposizione, per sviluppare la propria immaginazione, creatività, consapevolezza e spirito critico nei confronti di ciò che lo circonda.

 

Il primo laboratorio per bambini

Aperto alla Pinacoteca di Brera (Milano) nel 1977, il primo laboratorio era un luogo in cui i bambini potevano sentirsi “liberi di fare quello che vogliono avendo davanti agli occhi le riproduzioni esposte al museo”.

 

Questo perché i bambini, per diventare sempre più indipendenti e imparare a risolvere i problemi da soli, devono potersi esprimere liberamente, senza interferenze da parte degli adulti.

 

In quest’ottica il laboratorio si trasforma in un luogo di creatività e conoscenza, di sperimentazione e di scoperta, attraverso il gioco.

 

Giocare con l’arte

Ai bambini viene insegnato come si guarda un’opera d’arte piuttosto che leggerne solo il contenuto o il messaggio. Questo perché l’esperienza e la sperimentazione – a differenza delle parole – vengono ricordate nel corso del tempo.

 

«Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco»

 

Nei laboratori i bambini sperimentano, attraverso il gioco, le tecniche, le regole, le qualità dei materiali, le caratteristiche degli strumenti utilizzati per la realizzazione delle opere d’arte di ogni epoca e luogo.

 

Il laboratorio si trasforma così in un luogo di incontro educativo, formazione e collaborazione; uno spazio dove sviluppare la capacità di osservare la realtà con tutti i sensi.

 

Nel laboratorio i bambini sperimentano la manipolazione della materia e una serie di tecniche in successione, con cui promuovere le capacità di codificazione e di rielaborazione soggettive ad ogni bambino.

 

«Non è importante l’oggetto finito, ma il percorso che il bambino fa per arrivare allo stesso»

 

Il gioco delle tessere

Una delle attività proposte, adatte a bambini di ogni età, è il gioco delle tessere sovrapponibili.

Si tratta di una serie di tessere realizzate in materiale plastico trasparente su ognuna delle quali è rappresentato un dettaglio di un’immagine. Sovrapponendo le tessere il bambino potrà creare di volta in volta disegni diversi.

Tessere Bruno Munari

Occorrente per realizzare in casa le tessere di Bruno Munari:

  • Fogli di acetato
  • Pennarelli per plastica di diversi colori
  • Forbici

Procedura:

  • Ritaglia i fogli di acetato realizzando tanti quadrati della stessa dimensione
  • Su ognuna delle tessere disegna un elemento diverso: un fiore, dei fili d’erba, il sole, dei numeri, dei simboli, un quadrante delle lancette… dei dettagli di un’immagine complessiva.
  • Ora non resta che dare tutto il materiale prodotto al bambino, che potrà combinare a suo piacimento i diversi fogli per creare il suo quadro.

 

Approfondisci il tema leggendo Bambini al museo! 

 

Fonti:

Associazione Bruno Munari