I bambini possono fare ragionamenti logici ancor prima di saper parlare

I bambini possono fare ragionamenti logici ancor prima di saper parlare
Tempo di lettura: 2 minuti

I bambini di un anno potrebbero non essere in grado di parlare, ma sono in grado di pensare in modo logico, secondo una nuova ricerca che mostra i primi fondamenti noti della nostra capacità di ragionare.

I pensieri logici dei bambini

Lo psicologo Jean Piaget riteneva che le capacità di ragionamento logico venissero sviluppate a partire dall’età di sette anni. Tuttavia i ricercatori hanno scansionato gli occhi di 48 bambini e così scoperto che sono in grado di ragionare attraverso il processo di eliminazione. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Science.

 

Il processo di eliminazione

Il tipo di ragionamento in questione, noto come processo di eliminazione, è formalmente chiamato “sillogismo disgiuntivo“. Funziona così: se solo A o solo B può essere vero, e A è falso, allora B deve essere vero. Quindi, se la tazza è rossa o blu, e non è rossa, allora è blu.

 

Il processo di eliminazione non è necessariamente la forma più semplice di ragionamento, dice Justin Halberda, psicologo e esperto di sviluppo infantile della Johns Hopkins University che non è stato coinvolto nello studio. Ma è un processo cruciale per il pensiero superiore.Uno dei pezzi centrali che distingue il ragionamento umano da tutte le altre forme è negare una premessa – vedi che se non è A, è qualcos’altro“.

 

Lo sguardo come espressione del pensiero logico

Durante lo studio i bambini hanno dovuto osservare piccole animazioni. Seguendo i movimenti degli occhi dei bambini – quando i bambini non sanno ancora parlare lo sguardo diventa un indicatore importante di sorpresa, interesse o confusione – i ricercatori hanno scoperto che il loro pensiero logico era già sviluppato.

 

Sviluppi futuri della ricerca

A livello pratico, ulteriori ricerche in questo campo potrebbero essere utilizzate come mezzo per diagnosticare la disabilità cognitiva. Ma, cosa più importante, questa ricerca aprirà le porte a ulteriori lavori su come i bambini più piccoli pensano e ragionano.

Si tratta di iniziare un intero gruppo di lavoro che si svilupperà nel prossimo decennio“, afferma Halberda.

 

Fonte:

http://science.sciencemag.org/content/359/6381/1214

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

dieci + dodici =