Pratici consigli per un bagnetto sereno

1
913 views
Bizzarre regole di disciplina che funzionano

Articolo aggiornato il 30/11/2018

Il momento del bagnetto è un’occasione per stare insieme con il tuo piccolo e aiutarlo a rilassarsi, ottimo per migliorare la sua circolazione e prepararlo alla nanna.

Ecco alcune accortezze da seguire per fare un buon bagnetto al tuo bambino in tutta sicurezza!

Cosa ti serve per il bagnetto?

Prepara tutto l’occorrente per il bagnetto e tienilo a portata di mano: asciugamani, spugnette, giochi, detergenti… in modo da non doverti allontanare durante il bagnetto. Infatti, anche se il tuo bimbo non è più un neonato, non dovrai lasciarlo da solo nella vasca perché potrebbe scivolare, infatti i bambini si muovono molto in acqua.

A che temperatura deve essere l’acqua per il bagnetto?

Riempi la vasca il giusto e controlla la temperatura dell’acqua, che dovrebbe essere tra i 35°C e i 38°C (a seconda della percezione e del gradimento del piccolo potrai diminuirla o aumentarla).

A che ora fare il bagnetto?

Il momento migliore per fare il bagnetto è la sera, così il tuo piccolo sarà rilassato per la nanna. Una buona abitudine è quella di farlo sempre alla stessa ora, creando un vero e proprio rituale pre nanna a cui non potrete più rinunciare. (Leggi qui “Nanna dolce nanna: il rito della buonanotte)

Quanto deve durare il bagnetto?

Il tempo giusto per lavarlo e asciugarlo, ma dipende dal bambino! Se il bambino si trova a suo agio e l’acqua del bagnetto è alla giusta temperatura, può durare anche cinque minuti. Man mano che crescerà potrai allungare i tempi.

Come lo asciugo dopo il bagnetto?

Una volta che il piccolo è fuori dall’acqua, avvolgilo nell’asciugamano o nell’accappatoio e inizia a tamponare delicatamente la pelle. Assicurati di aver asciugato bene anche l’interno delle pieghe cutanee.

Si può fare il bagnetto in caso di febbre e raffreddore?

Certamente! Nel caso di febbre o raffreddore il bagnetto aiuta, grazie al vapore, a fluidificare il muco e a dare sollievo al piccolo. Alcune accortezze: evitare sbalzi di temperatura, tenere l’ambiente ben riscaldato e asciugare bene il bambino una volta terminato il bagnetto.

Altri piccoli suggerimenti

  • La stanza dove fate il bagnetto dovrà avere una temperatura di circa 20°C;
  • Se utilizzi una vaschetta per bambini, posala su un piano stabile e grande. Inoltre, metti sul fondo un tappetino di gomma per ridurre il rischio di scivolamento;
  • Per lavare il tuo piccolo utilizza un detergente delicato, con pH neutro o leggermente acido (pH circa 5.5);
  • Tieni il bambino con una presa sicura ma delicata. Fai passare il tuo braccio sinistro intorno alla spalla del piccolo e ferma la tua mano sotto la sua ascella sinistra. Usa la mano destra per lavarlo (viceversa se si è mancini);
  • Sì al bagnetto a immersione solo quando il processo di cicatrizzazione dell’ombelico sarà terminato: caduta ombelicale e scomparsa delle ultime crosticine.

Leggi qui » “Pelle del bambino: come proteggerla”.

Leggi qui » “Quando fare il primo bagnetto