La saliva e il latte materno influenzano il microbioma orale dei lattanti

La saliva e il latte materno influenzano il microbioma orale dei lattanti
Tempo di lettura: 2 minuti

Uno studio condotto dalla dott.ssa Emma Sweeney e dalla professoressa associata Adjunct Christine Knox, dell’Istituto di salute e innovazione biomedica QUT, con colleghi dell’Università del Queensland, ha dimostrato che la crescita di alcuni microbi è stata inibita fino a 24 ore dopo l’assunzione del latte materno.

La dott.ssa Sweeney ha affermato che gli studi precedenti del team avevano riscontrato differenze significative nella prevalenza di batteri chiave all’interno della bocca di lattanti alimentati con latte artificiale o con latte materno e che le interazioni tra latte materno e saliva aumentano l’immunità innata agendo in sinergia per regolare il microbioma orale dei neonati.

L’importanza del microbioma orale

I nostri risultati suggeriscono che il latte materno è più di una semplice fonte di nutrizione per i bambini perché gioca un ruolo importante nella formazione di un microbioma orale sano“, ha detto la dott.ssa Sweeney.

La nostra precedente ricerca ha scoperto che l’interazione tra saliva e latte materno rilascia composti antibatterici, incluso il perossido di idrogeno. Il latte materno è ricco di un enzima chiamato xantina ossidasi che agisce su due substrati, presenti nella saliva dei bambini. Il rilascio di perossido di idrogeno attiva anche il” sistema della lattoperossidasi “che produce composti aggiuntivi che hanno anche attività antibatterica, e questi composti sono in grado di regolare la crescita di microrganismi.

Il Nuovo studio

In questo studio, abbiamo esposto una varietà di microrganismi alle miscele di latte materno e saliva e abbiamo scoperto che la crescita di questi microrganismi è stata inibita, immediatamente e per un massimo di 24 ore, indipendentemente dal fatto che il microrganismo fosse considerato” patogeno “(dannoso ) o “commensale” (normalmente trovato) nella bocca di un bambino. “

La dott.ssa Sweeney ha affermato che la composizione del microbiota della bocca dei neonati era un fattore importante per la salute e il benessere.

Le modifiche a queste comunità batteriche nei neonati hanno importanti implicazioni per infezioni o per lo sviluppo di malattie nelle prime fasi della vita.

Mentre il microbiota orale adulto è stabile, i nostri studi hanno dimostrato che il microbiota nella bocca dei neonati è molto più dinamico e sembra essere alterato dal modo di nutrirsi entro i primi mesi di vita“, ha detto.

Conclusioni

La combinazione di latte materno e saliva ha dimostrato di svolgere un ruolo importante nel modellare il sano microbiota orale durante i primi mesi di vita, ma questo ha anche implicazioni significative per i neonati prematuri o malati che vengono nutriti attraverso l’alimentazione artificiale. In questi casi, la miscelazione del latte materno e della saliva dei bambini non si verifica e quindi non ricevono i benefici dei composti antibatterici rilasciati durante l’allattamento.

FONTI:
https://www.qut.edu.au/news?id=137830
https://www.nature.com/articles/s41598-018-33519-3

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

4 × 5 =