Obesità infantile

0
751 views
Obesità infantile

Combattere l’obesità infantile è possibile attraverso una corretta, sana ed equilibrata alimentazione e l’esercizio fisico.

 

In Italia e in Europa l’obesità infantile è un fenomeno in continua crescita che peggiora con l’avanzare dell’età.

Sempre più bambini e adolescenti, infatti, sono in sovrappeso o obesi e la principale causa è da far risalire ad una errata alimentazione e ad uno scorretto stile di vita.

Per aiutarli a superare questo problema, che se trascurato potrebbe portare a malattie coronariche, ictus e diabete, è importante educare i bambini e i ragazzi ad una corretta alimentazione, nonché invitarli a fare dell’esercizio fisico.

 

Alimentazione: sana e corretta

Molteplici sono gli errori riguardo all’alimentazione proposta ai bambini: dalla monotonia dei cibi, a cui molti genitori pongono rimedio proponendo cibi grassi e ricchi di zuccheri fuori pasto, ad uno scorretto consumo quotidiano di frutta e verdura. Inoltre molti bambini non fanno la prima colazione, utile per affrontare la giornata con le giuste energie, e la sera consumano un pasto troppo ricco e abbondante che fanno fatica a metabolizzare.

 

“Una corretta educazione alimentare inizia nell’ambito familiare, dove i pasti devono essere un momento di condivisione responsabile mirata all’attenzione al cibo, preferendo sempre i cibi biologici”, spiega la farmacista Paola Padulli.

 

Diventa molto importante coinvolgere i bambini nel momento della spesa, dunque nella scelta di prodotti sani e genuini, e della preparazione dei pasti, insegnando loro a cucinare e rendere sfiziose anche le verdure più “tristi”.  

 

Quali sono gli alimenti consigliati?

Il latte, notoriamente ricco di calcio (per i bambini e ragazzi che dovessero risultare intolleranti al lattosio esistono delle valide e gustose alternative!), frutta e verdura a volontà (come spuntino di metà mattinata o come merenda durante il pomeriggio), yogurt, cereali integrali, pesce, carne, legumi e molto altro ancora.

Inoltre, per una giusta idratazione, è importante che i bambini bevano almeno un litro di acqua al giorno.

 

Combattere la sedentarietà con l’esercizio fisico

La maggior parte della popolazione infantile è sedentaria. Rispetto al passato, infatti, i bambini praticano meno sport o attività all’aria aperta, per dedicare più tempo a videogiochi o telefilm online.

 

Nonostante sia in crescita l’adozione da parte di genitori e bambini del “servizio” Pedibus (in cui i bambini, accompagnati da persone di riferimento – nonni, mamme o maestre che si danno il turno – si recano a scuola a piedi seguendo un percorso che prevede diverse fermate), sono ancora in pochi coloro che vanno a scuola a piedi o in bicicletta.

 

Ancora una volta, l’esempio deve arrivare dalla famiglia! Coinvolgere i bambini in passeggiate a piedi, in mini-gite in bicicletta (con la giusta protezione: caschetto in testa!), in attività all’aria aperta e nella scelta di attività sportive coinvolgenti, appassionanti e divertenti, li abituerà a essere più attivi!

 

Fonte:

Fondazione Italiana per la Lotta all’Obesità Infantile