Le allarmine: l’oro nel latte materno

0
710 views
Il latte materno aiuta lo sviluppo cognitivo dei bambini

Sono le allarmine che hanno un impatto post-natale positivo sullo sviluppo della flora intestinale e del sistema immunitario.

E’ noto a tutti che il latte materno rafforzi il sistema immunitario del bambino sostenendo la flora intestinale. Ma quali sono i meccanismi molecolari alla base di questo fenomeno? 

Fino ad oggi le ragioni erano sconosciute ma un team del RESIST Cluster of Excellence presso la Hannover Medical School (MHH) è riuscito a fornire una spiegazione scientifica.

Le allarmine sono l’oro nel latte materno. Queste proteine ​​prevengono pericolosi disturbi della colonizzazione intestinale che possono portare ad avvelenamento del sangue e infiammazioni intestinali“, racconta il primo autore  Prof. Dr. Dorothee Viemann.

Come si sviluppa la flora intestinale di un neonato

Il sistema immunitario intestinale postnatale, cioè la flora e la mucosa intestinale, matura attraverso l’interazione con i batteri presenti nell’ambiente. Ciò dà origine a una diversità batterica che dura tutta la vita, offrendo protezione contro molte malattie. Gli scienziati hanno scoperto che le allarmine, proteine ​​ che derivano dal latte materno, controllano questo processo di adattamento.

Parto naturale e cesareo

Il processo del travaglio gioca un ruolo importante.Infatti i bambini nati tramite taglio cesareo mostrano livelli più bassi di allarmine rispetto ai bambini nati in modo naturale. 

I Prematuri 

Inoltre, i neonati prematuri hanno meno capacità di produrre da soli allarmine rispetto ai neonati a termine risultando più inclini a soffrire di malattie infiammatorie croniche.

Lo studio

Il team di ricercatori ha misurato la concentrazione di allarmina nei campioni di feci dei neonati nel primo anno di vita per studiare il collegamento con lo sviluppo della flora intestinale e della mucosa.

Eseguendo un’ elaborazione bioinformatica dei dati genetici della totalità di tutti i microrganismi derivati ​​da campioni di feci infantili, hanno ottenuto importanti  informazioni sulla composizione e sui possibili squilibri della flora intestinale. 

La modellizzazione matematica è stata fondamentale per consentire agli scienziati di dimostrare che le allarmine hanno un impatto significativo sullo sviluppo della flora intestinale.

Pubblicità

Importanti prospettive

L’integrazione con queste proteine ​​potrebbe supportare lo sviluppo della flora intestinale in neonati che non producono abbastanza allarmine o non ne assumono in quantità sufficiente con il latte materno. Ciò potrebbe prevenire una serie di condizioni a lungo termine legate ai disturbi della colonizzazione intestinale, come l’infiammazione intestinale cronica e l’obesità.

Questa affermazione è supportata dall’osservazione che una singola somministrazione di allarmine offre protezione contro la scarsa colonizzazione e le malattie associate. 

Ora, basandosi sulle loro scoperte, i ricercatori RESIST stanno pianificando ulteriori studi clinici.

Fonti

https://www.uni-bonn.de/news/192-2020

https://www.gastrojournal.org/article/S0016-5085(20)35058-7/pdf

Andrea Pensotti
Andrea Pensotti
Laurea in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche e dottorando presso l'Università Campus Bio-Medico di Roma.