Come cambia il corpo materno in gravidanza

0
653 views
Come cambia il corpo materno in gravidanza

Mese dopo mese il corpo di una donna in gravidanza si trasforma, il seno si ingrossa, i lineamenti si addolciscono, la pelle è più luminosa… Questo perché il corpo materno si prepara ad accogliere il futuro nascituro e a fornirgli tutte le sostanze nutritive e l’ossigeno di cui ha bisogno per crescere. Vediamo nel dettaglio alcune delle trasformazioni più significative.

I primi mesi

Nel corso dei primi mesi il corpo materno si trasforma in modo via via più marcato e si avvertono una maggiore stanchezza e spossatezza, spesso accompagnate da un senso di nausea, un aumento della salivazione e in alcuni casi un’alterazione del gusto.

Questi malesseri sono la risposta dell’organismo materno al nuovo equilibrio ormonale. Infatti, il sistema immunitario materno riconosce la presenza di nuove cellule “estranee”, formatesi dalla fecondazione dell’ovulo con il patrimonio genetico paterno, e inizia un delicato processo di adattamento.

 

Il seno e le mammelle

Il seno diventa più turgido, voluminoso e sensibile, soprattutto all’inizio. L’areola mammaria e i capezzoli appaiono leggermente più scuri già a partire dal secondo mese di gravidanza. Mentre a partire dal terzo mese iniziano a svilupparsi i dotti galattofori, i canali attraverso cui scorrerà il latte. In alcuni casi, allo sviluppo dei dotti galattofori si associa la secrezione del colostro, un liquido giallognolo che persiste fino all’arrivo della montata lattea dopo il parto.

Anche le vene superficiali affiorano e sono più evidenti sul seno per il maggiore afflusso di sangue.

 

L’addome

Durante la gravidanza la trasformazione più evidente è quella dell’addome, le cui dimensioni aumentano grazie allo sviluppo dell’utero, che aumenta di circa 700-1000 volte il suo volume (dai circa 8 cm passa ai 33 cm del nono mese). La stessa muscolatura dell’utero si modifica, irrobustendosi e preparandosi ad accogliere lo sviluppo del feto.

 

Il cuore

Nel corso della gravidanza il cuore della mamma va incontro ad un aumento costante del suo lavoro, dovuto al maggior volume di sangue circolante e all’innalzamento della frequenza cardiaca. Pertanto è normale avvertire un maggior senso di affaticamento e, in alcuni casi, le palpitazioni.  

 

La pelle e i capelli

Grazie alla maggior vascolarizzazione della pelle, essa è più idratata e di un colorito più roseo. Dal quarto mese può comparire sull’addome una linea scura che va dal pube all’ombelico, la cosiddetta linea nigra che progressivamente si attenuerà fino a scomparire qualche mese dopo il parto.

In gravidanza, inoltre, le unghie e i capelli crescono maggiormente.

 

L’apparato digerente

Aumento della sete e dell’appetito, digestione più lenta e accentuazione della stipsi sono frequenti in gravidanza. Infatti l’apparato digerente è quello che risente maggiormente della crescita dell’utero e dell’azione degli ormoni. È dunque fondamentale migliorare il funzionamento intestinale in gravidanza: assumendo più liquidi e fibre e facendo maggior attività fisica.

 

Fonti:

“Body Changes and Discomforts” e “Stages of Pregnancy”, The National Women’s Health Information Center, National Institutes of Health.