Ascoltare musica in gravidanza fa bene al bambino e alla mamma

0
271 views
I bambini imparano a parlare anche imitando le canzoni

Non tutti sanno che i bambini sviluppano l’udito mentre si trovano ancora nel grembo materno. Si pensi che già alla ventiseiesima settimana di gravidanza il bambino è in grado di sentire i rumori provenienti dal mondo esterno e di reagire con dei movimenti, oppure con battiti cardiaci più veloci o più lenti. 

Ma è soprattutto durante le ultime 10 settimane di gravidanza che l’udito del bambino si collega con il  cervello; è questo il momento in cui suoni come quelli emessi da una persona che canta o parla, ma anche la musica assumono particolare importanza.

Quale genere di musica scegliere per il bambino

Per il benessere del piccolo è preferibile ascoltare e di conseguenza far ascoltare al bambino, attraverso il grembo materno, una melodia rilassante a volume moderato che lo tenga tranquillo come la musica classica. Per fare qualche esempio si possono citare autori come  Beethoven, Bach o Mozart, che sembrerebbero influire sullo sviluppo del cervello e soprattutto della memoria.

La mamma poi dovrebbe scegliere un genere di musica che le piace perchè se ascolta la musica classica per il bene del piccolo, non amandola questa non avrà un effetto benefico sul bambino. Esistono molti generi musicali tra i quali scegliere in alternativa. Potete provare generi diversi come le ninnananna e la musica new age, addirittura l’R&B, il raggae e il pop purché non troppo chiassosi e purché il volume non sia troppo alto. E’ bene scegliere un genere di melodia armoniosa che non abbia cambi repentini di ritmo o volume che possono disturbare e spaventare il bambino.  Se avete dubbi rivolgetevi ad un negozio di musica o fate una ricerca online. 

Suonare per il vostro bambino

Potete far ascoltare la musica al vostro bambino dallo stereo oppure appoggiando le cuffiette sulla pancia della mamma. Se decidiamo di utilizzare le cuffiette sulla pancia dobbiamo porre attenzione che la musica non sia  troppo alta per il bambino. In caso di dubbi meglio allora accendere lo stereo al volume di una normale conversazione.

Secondo l’American Association of Pediatricians i bambini esposti a lungo a musica troppo alta hanno più probabilità di nascere prematuri e sono più soggetti a nascere sottopeso ed avere problemi di udito.       

Esponete il bambino a 5-10 minuti di musica un paio di volte al giorno o al massimo un’ora al giorno durante la gravidanza. Cercate di non andare oltre per non stimolare troppo il bambino.

Comprendere i benefici di far ascoltare la musica al bambino durante la gravidanza. 

Sebbene il grembo materno sia un ambiente rilassante per sua natura è anche un ambiente rumoroso a causa dei suoni del liquido amniotico, del battito cardiaco della mamma e di altri suoni provenienti dall’esterno. Per questo motivo una musica calmante aiuta il tuo bambino a rilassarsi di più.

Far ascoltare la musica al bambino aiuta lo sviluppo del cervello. Studi clinici hanno dimostrato che i bambini che ascoltano la stessa canzone, ad esempio una ninnananna più volte mentre si trovano nel grembo materno dopo la nascita riconoscono la canzone. Quindi cantare ninne nanne o altre canzoncine al bambino durante la gravidanza rafforza il rapporto con i genitori e aiuta il bambino a riconoscere  le loro voci.       

Ricorda che non esiste evidenza scientifica che provi che far ascoltare musica classica al bambino durante la gravidanza renda il tuo bambino più intelligente, e non significa neppure che apprezzerà questo genere dopo la nascita. Molti studi si sono concentrati sull’effetto della musica sul bambino in gravidanza ma è difficile sapere esattamente cosa pensi e come si senta il bambino nel grembo della mamma, ma sicuramente non gli fa del male.

Ricorda comunque che la musica fa bene anche alla mamma, riduce il suo livello di stress e di conseguenza quello del bambino. 

Fonti:

https://www.researchgate.net/publication/5346804_Infants’_discrimination_of_happy_and_sad_music

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1281386/

https://www.scientificamerican.com/article/music-and-the-brain-2006-09/

https://www.repubblica.it/scienze/2010/01/10/news/musica_bambini-1895133/